Prodotto aggiunto al carrello
Quantità
Totale
Sono presenti 0 nel tuo carrello. E' presente 1 prodotto nel tuo carrello.
Totale prodotti
Prezzo spedizione  To be determined
Totale
Torna al negozio Procedi all'acquisto

La borsa siciliana in origine “coffa” è l'intreccio del germoglio della palma nana, portata dagli arabi e successivamente integrata nella cultura siciliana. Sono le donne dei paesi siciliani che ne tramandano la tradizione con antica e pregevole maestranza.
La coffa ha avuto un utilizzo del tutto diverso da quello attuale, passato da utensile per il lavoro contadino ad uno degli accessori più apprezzati nel mondo della moda.

E’ nel cuore della vecchia Palermo, guardando la splendida cattedrale arabo-normanna , che dal 1962 il laboratorio artigianale Sant’Angelo esegue con passione la lavorazione delle borse adornando le coffe grezze con accessori e colori tipici della Sicilia.

Nasce cosi un prodotto artisticamente unico che diventa un souvenir molto apprezzato dai turisti di tutto il mondo, tanto che viene notato anche da grandi stilisti che ne creano una moda.

La moda, la tradizione, le idee e l’innovazione sono già al lavoro da tempo nel laboratorio Sant’Angelo dove Francesca che affianca il padre, porta il tocco femminile dell’innovazione con idee, disegni originali e personalizzati, ispirandosi alle maioliche, agli agrumi, ai colori, e a tutto ciò che è Sicilia.

Erano i primi degli anni ’80 quando Francesca a Milano già tentava l’ingresso nella moda con circa 300 borse siciliane uniche e inimitabili.
Le coffe “La Siciliana Bags” sono 100% ecosostenibili perchè
interamente realizzate a mano, dall’intreccio alla cucitura degli accessori che l’adornano.

Grazie ad artigiani come Francesca, la coffa oggi è una delle tante espressioni della tradizione siciliana nel mondo custode di una bellezza senza tempo.
La coffa oggi è “siciliana” siciliana come Francesca che con le sue creazioni di borse ed altri accessori etnici, porta questo marchio e la Sicilia nel mondo.


“La Siciliana Bags” è l’amore per la tradizione delle cose belle che non si perdono nel tempo.